Schede di memoria per tablet: guida all’acquisto, opinioni, recensioni, prezzo

Scopriamo quanta memoria è opportuno avere in un tablet, quali possibilità esistono per espanderla e come si può fare per organizzarla al meglio, a seconda dell’impiego che si fa del dispositivo.

I tablet non sono tutti identici: può mutare il sistema operativo, tra Android, iOS e Windows Phone; possono cambiare le grandezze dello schermo, perlopiù oscillano tra 6 e 10 pollici, possono differire alcune funzioni specifiche e può variare lo spazio disponibile dove collocare applicazioni e file.

Lo spazio di archiviazione accessibile è un principio importante perché ci dice quante applicazioni potremo collegare, quanta musica potremo conservare sul dispositivo ma anche quanti video. Prima di tutto è rilevante però chiarire un dettaglio: lo spazio espresso nella descrizione non equivale mai allo spazio utilizzabile. Un tablet da 16 GB, ad esempio, offrirà all’utente circa 12 GB – in media – davvero impiegabili. Quelli mancanti sono abitati dal sistema operativo e dalle applicazioni predefinite, che non si possono eliminare. La quantità di spazio “perso” , quindi,  è variabile, ma in generale si possono spostare 3,5 GB dal totale.

Quanto alla scelta da compiere, è auspicabile orientarsi sempre sul tablet con il maggior spazio a disposizione, secondo le proprie opportunità. Volendo, è possibile acquistare un tablet dotato di slot per schede di memoria micro-sd e poi acquistare nuova memoria in un secondo momento.

Applicazioni scaricate sui tablet

Per comprendere effettivamente quanto spazio ci serve dobbiamo poi domandarci cosa possiamo tenere online e cosa invece preferiamo sia memorizzato sul dispositivo. Su uno spazio come Dropbox o OneDrive, ad esempio, possiamo inserire anche decine di gigabyte di dati senza mai scaricare alcunchè sul dispositivo. Analogamente, possiamo adoperare un servizio come Spotify per la musica, oppure Google Play Movies per i film a noleggio. Buona parte dei tablet sul mercato offre 16 GB di memoria. Sono giusti per installare decine di applicazioni. Bisogna tenere a mente che non tutte hanno le stesse grandezze e che alcune, come certi videogiochi, possono abitare anche due o tre gigabyte.

Un modello da 16 GB può comunque alloggiare una più che discreta raccolta di fotografie e video e lo potremo usare anche per fare un po’ di foto e video editing.

Se vogliamo mantenere sul tablet anche altri dati, tuttavia, è meglio dirigersi su dimensioni più grandi. Una collana di fotografie può di certo portare via 3 o 4 GB, o anche di più. I film in HD occupano 2 GB ognuno e una collezione musicale può ricercare a sua volta molti gigabyte.

Tipologie di tablet

Un tablet da 32 GB, è adatto a soddisfare le necessità della maggior parte di noi: possiamo collocarci qualche migliaio di fotografie, che saranno sempre a disposizione, se volessimo mostrarle a parenti e amici. Ci sarà spazio anche per qualche applicazione “pesante”, come i videogiochi, e per una discreta raccolta di video e di musica. Un tablet di questa tipologia è idoneo per chi vuole portare con sè un po’ di contenuti in vacanza e si reca in luoghi dove non c’è la possibilità di collegarsi ad Internet.

I fruitori con le più grandi collezioni multimediali, infine, dovrebbero acquistare un tablet con ancora più memoria: i modelli da 64 e 128 GB non sono proprio all’ordine del giorno, ma si recuperano in commercio. Con tanta memoria a disposizione possiamo spostare nel tablet enormi raccolte multimediali, tenerci installate diverse centinaia di app, con la tranquillità che i dati saranno sempre raggiungibili anche senza connessione.

Affidabilità

Le schede di memoria sono affidabili perché non hanno parti movibili (a differenza di un disco rigido), sono agevolmente marcate sulla loro copertura per riflettere l’organizzazione, e non sono condizionate da campi magnetici. Le schede di memoria hanno una memoria non volatile che conserva la stabilità dei dati sulla scheda; i dati su di esse infatti non sono intimoriti dalla perdita della fonte di alimentazione, e non devono essere ritoccati.

Le schede di memoria sono sostegni solidi dello stato, sono prive di incertezze meccaniche o danni; sono piccole e compatte con alta capacità di memorizzazione. Possono essere adoperate in piccoli dispositivi.

Quali scegliere?

Le schede di memoria sono fruibili in tutti i tipi di dimensioni, le schede SD da 128GB sono più diffuse, hanno uno spazio di archiviazione abbastanza grande, possono essere adoperate nello slot per la scheda di memoria in differenti dispositivi facilmente, e sono semplicemente rimovibili.

Le schede di memoria sono impiegate in vari dispositivi come macchine fotografiche, computer , tablet e cellulari. Il backup dei dati è un incarico importante; se un’azienda non riesce a recuperare le informazioni, si potrebbe perdere il lavoro: L’impresa quindi potrebbe perdere il soldi e allontanare anche i clienti.

Prezzi

Le schede di memoria sono usabili in diverse dimensioni e formati, memorizzano dati digitali su un dispositivo senza parti in movimento, e possono registrare informazioni da un computer o da un dispositivo esterno. Le schede di memoria sono spesso più costose dell’archiviazione su disco rigido magnetico, sono sempre più concorrenziali e offrono apprezzabili vantaggi. E’ possibile trovare, a seguito di una accurata selezione, offerte vantaggiose.

Back to top
menu
actioncameraeaccessori.it