Le migliori schede di memoria per fotocamere: descrizione articoli, fasce di prezzo, recensioni

La scheda SD è un costituente fondamentale nella organizzazione di una fotocamera; preferire la giusta memory card è quindi una faccenda primaria; Si tratta infatti del sostegno su cui verranno immagazzinate tutte le tue foto, lo scrigno che dovrà tenere al sicuro tutti i tuoi tesori d’arte fotografica. I fattori da esaminare per un acquisto valido sono diversi:dalla velocità alla affidabilità fino alla tipologia specifica del modello.

La Velocità della fotocamera

La maggior parte delle fotocamere lavora a una velocità inverosimile. Le immagini vengono prima protocollate in una memoria tampone, interna alla fotocamera e, quando quest’ultima è piena, vengono trasferite sulla scheda SD per far sì che il congegno non si blocchi o arresti il suo lavoro. Più la scheda di memoria SD è veloce, prima il buffer viene liberato per raccogliere altre immagini. Benché non esista una scheda di memoria superiore in modo assoluto, esiste di certo quella più adatta per ciascun operatore.

Le Classi di riferimento

Le schede SD sono divise in classi a seconda della velocità di scrittura. Le classi 2,4,6 e 10 enucleano la velocità di scrittura in megabyte al secondo. Molte schede SD hanno però rapidità impressionanti, per questo sono state spedite in due ulteriori classi Ultra High Speed: U1 è raccomandata per la registrazione di video in Full HD ; U3 è il formato apprezzato per la rilevazione video in 4K e ha una celerità minima di 30MB/s.

L’Affidabilità della scheda Sd

La  scheda SD fruisce dell’unica copia esistente di un file tra il momento dello scatto e quello in cui verrà duplicato su un pc; è chiaro quindi che è molto considerevole volgersi verso un acquisto che sia quanto più affidabile Molte schede SD, oggi, in commercio godono una garanzia a vita o di almeno 10 anni quindi il tempo necessario ad un uso completo prima di acquistarne una più aggiornata.

La Capacità di archiviazione

E’ tra le caratteristiche che più incidono sul prezzo finale del prodotto. Le soluzioni spartite in maggior misura, sono in genere, quelle da 16 GB, 32 GB e 64 GB. Se usiamo sporadicamente una fotocamera, anche una memoria circoscritta può soddisfare.  Al contrario, invece, se intendiamo realizzare filmati e foto di vario tipo si richiede di una memoria prontamente più grande.

Prima dell’acquisto di una scheda SD, è fondamentale verificare se questa sia conciliabile con il meccanismo verso il quale abbiamo orientato il suo utilizzo.
La compatibilità si può verificare grazie al manuale del device. Inoltre, tutte le schede prodotte oggi dal mercato, ovvero le SDHC e SDXC, possono essere adattate a qualsiasi foto o registrazione video in base la classe della velocità di trasferimento.

Esistono diversi modelli, che si differenziano tra loro a seconda della estensione, ovvero:
-le miniSD (21,5 x 20 x 1,4 mm) ; le SD originarie (32 x 24 x 2,1 mm); le  microSD (11 x 15 x 1 mm).

Tali congegni possono essere adoperati all’ interno di altri device, quindi pc, cellulari, fotocamere tablet e via conversando. Il loro prezzo è molto abbordabile e può correggersi sia a seconda della tipologia di scheda che della capienza di spazio di archiviazione. Le SD possono giungere fino ad 1 TB di archiviazione, le miniSD invece possono arrivare a a 256 GB mentre le microSD anche a 400 GB.

È dunque chiaro che la qualità della scheda SD è di importante rilievo per non smarrire i file e consumare a pieno le possibilità della macchina fotografica; non tutte le schede SD sono infatti in grado di sostenere tutte le prestazioni delle fotocamere di ultima uscita.

La scelta giusta

Per scegliere una scheda SD, serve quindi annoverare quali siano i parametri sia della fotocamera, sia delle schede reperibili, per poter procurarsi il prodotto giusto a seconda delle esigenze. Esistono molti congegni di archiviazione, forse anche troppi, ma nel complesso, hanno tutti una particolarità comune, ovvero conservare i tuoi dati digitali in un contenitore virtuale sicuro. Naturalmente, a seconda dell’apparato adoperato, cambierà anche il tipo di memorizzazione ma non la funzione essenziale di tutela e custodia dei file. Le ultime generazioni di schede SD sono assicurate per almeno migliaia di cicli. A condizione, naturalmente, di essere adoperate nella maniera giusta. Ma qual è questa modalità ?Considera che la scrittura dati, sulla scheda, si elabora caricando e scaricando elettricamente le celle di memoria. Quindi, ogni minimo sbalzo elettrico mette a rischio la funzionalità della tua scheda SD. A tal ragione, non estrarre la scheda SD se la fotocamera è ancora accesa. Interrompere , in modo brusco, l’alimentazione elettrica della scheda,  può mettere a serio repentaglio la tua memory card che magari starà ancora lavorando ad una lettura o ad una trascrizione dei dati.

Adesso, speriamo, tu possieda una concezione più ampia delle peculiarità che dovrebbe avere una scheda SD, e pertanto auspichiamo tu possa selezionare la migliore scheda SD idonea alle tue esigenze. Non affrettare la scelta ma rifletti bene sui possibili modelli presenti sul mercato, esaminandoli soprattutto alla luce alle tue aspettative nonché delle tue necessità effettive e poi procedi, appagato.  Buon lavoro fotografico e buona memorizzazione dei file!

Back to top
menu
actioncameraeaccessori.it