Cosa sono e a cosa servono le schede di memoria flash?

Tutti asseriscono delle memorie flash, ma sono pochi gli utenti che sanno come agiscono. La parola flash nasconde una tecnica di memoria su silicio fondata su elettroni, capace d’immagazzinare stabilmente informazioni trattenendo gli elettroni all’interno di quelli che sono denominati transistor floating-gate. A seconda della tensione di soglia della cella flash, il transistor rimarrà separato o inizierà a guidare. Le celle a livello singolo (SLC flash) hanno unico un strato di tensione, mentre la memoria flash con celle multi livello (MLC) sono in grado d’immagazzinare più bit per cella. I transistor flash si usurano con l’uso e offrono spesso tra i 10.000 e i pochi milioni di cicli di scrittura. Molti prodotti flash completano algoritmi wear-leveling che si accertano che tutte le celle si consumino uniformemente per ottimizzare la vita del prodotto.

Memorie flash: Nor e Nand

Esistono due tecnologie di memoria flash: NOR e NAND. Il primo termine indica che un’uscita alta è il prodotto di due uscite. Se una o entrambe si verificano come alte non scorrerà corrente. Con la memoria SLC flash, i dati conservati sono ricostruiti esaminando che la corrente scorra mediante il transistor oppure no. Nel caso delle MLC, il quantitativo di corrente è utilizzato per determinare il preciso strato di carica del floating gate.

La memoria flash NOR può essere totalmente indirizzata attraverso un bus esterno per le azioni di lettura, ma mostra tempi di scrittura ed eliminazione piuttosto lenti, perché le operazioni di scrittura e cancellazione sono eseguite a blocchi.

Le memorie flash NAND non possono essere dirette cella per cella; la cancellazione opera blocco per blocco. La NAND è utilizzata per le schede di memoria e i dispositivi di elettronica di consumo e grazie al controller, i produttori possono ottimizzare comodamente la loro produzione in uscita marcando i blocchi errati e concependo un numero più grande di blocchi di riserva.

Toshiba ha ideato la memoria Flash, per offrire una nuova tecnica di memoria in grado di mantenere i dati registrati quando il congegno non è più alimentato.
Da allora, le memorie Flash sono divenute la tecnologia preferita per un gran numero di meccanismi dell’industria e di consumo.

L’Uuso delle memoria Flash è contemplato in diversi congegni, che di seguito elenchiamo:

  • Computer portatili o personal computer
    • Fotocamere digitali
    • Telefoni cellulari (GSM)
    • Dispositivi musicali come lettori MP3
    • Strumenti musicali
    • Smartphone e Tablet
    • Console fisse e portatili per videogiochi

Le memorie flash sono anche adoperate in molte applicazioni industriali che ricercano elevata affidabilità e manutenzione dei dati in caso di sospensione di corrente, come ad esempio:

  • Sistemi di sicurezza / telecamere IP
    • Computer integrati
    • Tablet e Smartphone
    • Dispositivi di comunicazione wireless

I dispositivi di archiviazione flash, o congegni di memorizzazione a semiconduttore, non comprendono parti mobili e pertanto non mostrano alcun rischio di deformi meccanici come i dischi rigidi.

La loro attendibilità complessiva dei dati consente loro di guidare il mercato incentrato sulla convenienza per i prodotti di memoria portatili, con il vantaggio di un meccanismo silenzioso continuo con zero decibel. Presentano, comunque:

  • Dimensioni fisiche limitate : i dispositivi di archiviazione flash sono ideati per essere facilmente spostati. La praticità è un criterio rilevante, sia per le applicazioni professionali che per l’uso di massa.
  • Elevata attendibilità dei dati: le memorie flash sono grandemente affidabili e molti tipi di dispositivi Flash comportano la verifica dell’integrità dei dati del codice di correzione degli errori (ECC).

Conservazione dei dati sulle Flash

I dispositivi di archiviazione Flash usufruiscono principalmente della memoria flash MLC / TLC. La protezione dei dati nelle memorie Flash è dinamica, poiché il numero di cicli di eliminazione della scrittura opera sulla conservazione dei dati. Informazioni importanti dovrebbero sempre essere memorizzate su un altro sostegno per una sicurezza efficiente a lungo termine.

I controller integrati nei congegni di archiviazione Flash impiegano la tecnologia di distribuzione dell’usura che suddivide in modo uniforme il numero di cicli di scrittura / cancellazione sull’intera estensione di memoria Flash.

Durata delle celle

Le celle di memoria Flash non volatile sono contrassegnate da un numero circoscritto di cicli di scrittura / cancellazione. Ciò significa che per ogni azione di scrittura e cancellazione di dati, il gruppo di cicli di scrittura / cancellazione del dispositivo di archiviazione Flash, riduce finché la memoria Flash non è più adoperabile.

La tecnologia Flash Multi-Level Cell (MLC) ordina ogni cella su più livelli per registrare più bit con lo stesso numero di transistor. La tecnologia NAND MLC Flash impiega quattro possibili stati per cella.

Capacità dei dispositivi flash

I dispositivi flash possono destinare capacità di archiviazione molto cospicue in un fattore di formato molto piccolo. Una soluzione ideale per le applicazioni consumer, come la registrazione di video.

Le memorie flash godono anche di basso consumo energetico: a differenza delle DRAM standard che devono stare accese per immagazzinare i dati registrati, le memorie flash non sono volatili e non ricercano alimentazione per conservare i dati che accolgono. Il basso consumo energetico delle memorie Flash allunga l’autonomia dei dispositivi di archiviazione.

Back to top
menu
actioncameraeaccessori.it